cucina artigianale header blog

COME MULAN E' RIUSCITA A SCONFIGGERE L'ORDA BARBARICA E A SALVARE LA CINA, OVVERO COME TU PUOI SALVARE IL TUO BENESSERE DENTRO CASA

Ciao,
non so se hai dei figli, ma se sei genitore sicuramente ti sarà capitato di guardare assieme a loro alcuni cartoni animati, film per bambini o dvd a loro dedicati.
A casa ne abbiamo molti e la televisione è diventata monopolio dei nostri bambini.cucina su misura vicenza 9


Tra i vari dvd che hanno, i mie piccini amano guardare il cartone animato Disney "MULAN".


A dire il vero, li ho un po' “obbligati” a farsi piacere questo film perchè, a mio parere, trasmette un messaggio molto importante: la salvezza per le future generazioni.

Non è la solita storia della principessa  che alla fine viene salvata dal principe azzurro e che aspetta, in maniera passiva, che qualcuno si accorga di lei, è il racconto di una giovane donna che, trasgredendo alle regole imposte dalla legge cinese, porta alla salvezza la Cina stessa.

Se non dovessi averlo visto, te lo racconto brevemente.


Il film è ambientato in Cina, ai tempi delle orde barbariche.
Lì vive una giovane ragazza un po' irrequieta di nome Mulan, figlia unica, che si prende cura della sua famiglia e del suo vecchio padre.

La sua vita scorre tranquilla fino a quando gli Unni attaccano l'impero Cinese e l'imperatore è costretto ad arruolare, forzatamente, un maschio per ogni famiglia.

A casa di Mulan, come maschio, c'è solo il padre, un uomo ligio al dovere ma anziano e con tutti gli acciacchi della sua età.
Il padre risponde orgogliosamente alla chiamata dell'imperatore perchè è sempre stato fedele alla patria e vuole ancora rendersi utile, però non ha le forze sufficienti.

Mulan sa bene che, se suo padre si arruolasse, andrebbe incontro a morte certa. Così prova a convincerlo a non partire ma questo significa disertare.
Nel suo paese non è possibile!

Per la giovane donna la sofferenza che prova è insopportabile, non può permettere che il suo adorato padre vada incontro alla morte.
Coraggiosamente prende una decisione: andrà lei, travestita da uomo, in guerra al posto del papà!

Ma come, una donna?
La mentalità del tempo era molto chiusa nei confronti delle donne.
Erano considerate incapaci di ragionare, non dovevano parlare davanti ad un uomo se non interpellate, dovevano rispettare dei protocolli rigorosi per essere considerate brave mogli e madri.

Una donna che viola la legge, si traveste da uomo con l'armatura del padre, salta sul cavallo e nel pieno di una notte tempestosa, scappa da casa e va ad arruolarsi al posto del padre, porterebbe disonore alla sua famiglia se venisse scoperta e, soprattutto, verrebbe condannata a morte all'instante!

Ma Mulan non si spaventa, dopo mille peripezie si arruola nell'esercito e parte per andare a dar supporto al fronte.


Quando arrivano, però, faranno un'amara sorpresa.
L'esercito professionista è stato annientato completamente dai Barbari, nessun superstite, tutti morti!
Ora l'unica speranza di salvezza per la Cina sono proprio loro.
Continuano nel cammino per trovare l'esercito nemico e lo trovano ma, gli avversari sono tantissimi, mentre loro sono pochi e ancora poco preparati.
Con i mezzi tradizionali non ce la potranno mai fare. 1000 uomini contro 10, vittoria impossibile per Mulan e i suoi compagni!

A meno che…
A meno che non si escogiti un piano, ma bisogna fare presto, i poveri sventurati sono senza munizioni e sono in pochi, mentre i Barbari stanno arrivando più agguerriti che mai!
E' inverno, si trovano sulle montagne innevate e a Mulan viene un'idea!
Si potrebbe scatenare una valanga e seppellire tutti gli assalitori!
Mulan, con un razzo, sprigiona un' enorme slavina che sommerge tutti i nemici.
Vittoria!
Purtoppo durante lo scontro viene ferita e, mentre riceve le cure, i suoi compagni scoprono che è una donna!
Oltraggio! Disonore!

La legge la condanna a morte, ma viene graziata dal generale a cui ha salvato la vita poco prima.
Le rendono salva la vita ma la lasciano in mezzo alle montagn, mentre il resto dell'esercito cinese si avvia verso la città imperiale per far sapere all'imperatore che la Cina è salva.

Momenti di disperazione per Mulan, sente di aver tradito il padre, l'onta sulla famiglia rimarrà per sempre!
Mentre è nello sconforto più totale, si accorge che non tutti i barbari sono morti sotto la neve ma che c'è qualche combattente nemico che sta "risorgendo", anzi più di qualcuno!
Bisogna avvertire l'imperatore!

In sella al suo cavallo si dirige verso la città imperiale. Si pone però un problema, ora tutti sanno che lei è una donna e non le daranno mai retta.
Intanto le cose si complicano, i barbari sopravvissuti sferrano l'attacco finale direttamente all'imperatore.
Secondo te chi riuscirà a mettere in salvo, per l'ennesima volta, la Cina?
Beh, scontato no? Sempre la nostra eroina Mulan!

Tra mille peripezie e continui colpi di scena, Mulan sconfigge definitivamente il nemico, salva l'imperatore e, quindi, la Cina!
Detto tra noi, questo non è un film solo per bambini, è perfetto per essere visto e compreso anche da noi adulti.

I messaggi che il film suggerisce sono:


- Cerca di sviluppare la capacità di pensare alle soluzioni, anche quando le cose si mettono male.

- Ragiona e poi agisci di conseguenza.

- Abbi il coraggio di cambiare le consuitudini attraverso idee innovative.
- Cerca di trovare soluzioni alternative, anche in situazioni che sembrano impossibili da risolvere.
- Agisci sempre per il bene comune, anche se questo significa trasgredire qualche regola.

E tutta questa storia, cosa centra il progetto CucinaLab?


Apparentemente niente ma, in fondo in fondo, non è proprio così!


Se ti stai guardando attorno perchè hai intenzione di acquistare una nuova cucina, è normale che tu vada a vedere lo showroom di qualche mobilificio, che tu sfogli delle riviste o cerchi in internet i modelli che più ti piacciono.

Niente di male, è un punto di partenza.

Ciò che probabilmente non sai è che, il più delle volte, trovi prodotti tutti uguali, sicuramente di moda, dove non devi pensare alla personalizzazione perchè le misure, le finiture e le progettazioni sono sempre quelle.
n altre parole, trovi tutto già standardizzato e tu segui la massa, ti adegui a quello che ti propongono.


Niente di sbagliato, se non fosse per il fatto che TU hai esigenze specifiche, ben diverse da altre persone che stanno cercando di acquistare una cucina, e queste non vengono perfettamente esaudite dai prodotti preconfezionati.


La tua cucina non è un prodotto, ma la risposta ai tuoi bisogni! 

Hai mai provato a farti fare un abito da un bravo sarto? L'abito calza a pennello, è morbido, non stringe, è realizzato con tessuti durevoli e di qualità, insomma, ti sta alla perfezione e ti fa sentire bene con te stesso.
Ovviamente va bene anche l'abito che comperi normalmente nei negozi, ma non ha lo stesso livello di comfort e di pregio.
Parlo per esperienza diretta, ho provato e la differenza ed è enorme!

In sintesi, con la cucina già costruita, già confezionata, già stoccata è il prodotto che la fa da padrone, non le tue reali esigenze.
Invece tu hai il diritto e il dovere di puntare al massimo, di avere la cucina che risponde esattamente alle tue specifiche esigenze, alle tue abitudini di vita, ai tuoi orari, alle tue passioni.

Solo in questo modo puoi intraprendere la strada per creare la tua cucina ideale e portare benessere dentro casa.

Perchè questo avvenga, devi essere aiutato da un consulente, un esperto che ti aiuti a pianificare tutte i particolari che servono per rendere magica la tua cucina.


Per fare questo servono sia l'azienda in grado progettare la tua cucina su misura, sia i veri professionisti che la realizzano partendo completamente da zero.

In questo modo anche tu, come Mulan, salverai la Cina, solo che in gioco c'è un obiettivo più grande: il tuo stare bene dentro casa!

Ciao alla Prossima!

Seguici su:


Pellanda Giuliano srl - Via L. Einaudi, 5 – 36056 Stroppari di Tezze sul Brenta (VI) P.IVA 03065050241 - Capitale sociale 10.000€ | Privacy Policy e Cookies Policy Privacy Policy e Cookies Policy | Design del sito Arredabook