cucina artigianale header blog

LA STORIA DI MARCO: perché ti ritieni responsabile se qualcosa non va con la tua nuova cucina?

Qualche settimana fa, in occasione di uno dei miei viaggi di lavoro in provincia di Milano, mi sono incontrato con un mio compagno e amico di corso.

E' sempre un piacere, anche se per poco tempo, ritrovarmi con Marco e fare due chiacchiere.cucina artigianale vicenza 10

Stavamo parlando di ciò che desideriamo entrambi per le nostre aziende finchè, ad un certo punto, cambiamo argomento e parliamo di cucine.

Marco fa un salto nel passato e mi parla di quando lui, vent'anni fa circa, ha comperato la sua nuova cucina assieme alla sua futura moglie.

Più o meno mi dice così:

"Sai Lucio, a quel tempo abbiamo deciso di venire a comperare la cucina in un negozio e, su consiglio di un'amica di mia moglie, invece che acquistarla presso un mobiliere qui della provincia di Milano, siamo venuti più o meno dalle tue parti, in provincia di Treviso".

"Bene" dico io "e come ti sei trovato?"

"Inizialmente tutto ok, ci hanno servito bene ed eravamo anche contenti, fino a quanto mancava circa un mese dalla data di consegna....".

"Perchè? Che cosa è successo?"

"Beh, ci chiama il negozio e ci dice che la ditta costruttrice della cucina in questione, quella che ci piaceva tanto, è purtroppo fallita e che dobbiamo ritornare da loro per sceglierne un altro modello di un'altra azienda produttrice".

"E quindi tu che hai fatto?"

"La cosa non mi è piaciuta, la mia futura moglie ha cominciato ad agitarsi, dovevamo fare un bel po' di strada per tornare nel mobilificio .

Inoltre dovevo perdere del tempo ed ero pieno di lavoro da sbrigare ma, siccome non c'era alternativa, siamo ripartiti per Treviso".

"E cosa ti hanno detto?"

"Niente di particolare, che può succedere e, così, abbiamo cominciato a cercare delle alternative. In effetti avrei dovuto informarmi sulla serietà della ditta produttrice in questione. Abbiamo scelto un altro modello, non bello come il primo, ma che ci piaceva ugualmente".

"Quindi tutto bene a parte l'imprevisto?"

"No, a dire il vero ce l'hanno consegnata con un mese e mezzo di ritardo. In quel periodo, visto che ci eravamo appena sposati, abbiamo fatto la spola tra le case dei rispettivi genitori per mangiare,sai appena sposati avremmo preferito avere un po' di privacy ma ci siamo adeguati. Ma la cosa che più mi ha dato fastidio è stata un'altra...
...quando sono arrivati per la consegna, mi hanno obbligato a pagare prima dello scarico della merce, dicendomi, anche in maniera poco educata, che altrimenti sarebbero risaliti e se ne sarebbero tornati indietro.

Mi sarei aspettato un trattamento un po' più riguardoso, visto tutti i problemi creati, non so un regalo, un segno di riconoscimento e invece niente. Anzi un ulteriore fastidio".

"Ma alla fine?"

"Beh, ho pagato, l'hanno montata ed è andato tutto bene, ma rimane l'amaro in bocca per non avere avuto la cucina che ci piaceva tanto e per averla dovuta aspettare così a lungo".

Il nostro dialogo finisce qui, ma non le mie considerazioni...

Ti sei accorto che ho sottolineato solo una parte della chiacchierata?

E' vero, questo mio caro amico Marco ha avuto una disavventura e lui ha pensato:
in effetti avrei dovuto informarmi prima sulla serietà della ditta produttrice in questione.

Ho tralasciato volutamente una parte della discussione, che riprendo ora.

In quella conversazioni,infatti, sono intervenuto e gli ho detto detto:

"Perchè dovevi TU informarti sulla serietà della ditta costruttrice? Non dovrebbe essere il negoziante che controlla la professionalità delle ditte fornitrici con cui lavora?".

Perchè tu cliente ti devi prendere questo onere, per altro non tuo, di dover controllare chi sta dietro a chi ti rivolgi per comperare la tua cucina?

E' una questione di responsabilità!

Eventualmente tu, cliente, ti devi informare sullo stato del negozio/produttore a cui ti rivolgi, sicuramente non a chi viene subappaltato il lavoro".

E questo dovrebbe portare ad una considerazione ancora più semplice:

- Perchè ostinarsi ad andare ad acquistare la cucina presso un rivenditore?

- Non hai il controllo della situazione, se succede qualche imprevisto non possono risolverlo velocemente, in alcuni casi rischi di perdere tanto tempo per niente e di trovarti insoddisfatto.

- Perchè non andare direttamente dal un produttore artigiano che te le crea veramente a misura?

- E se hai bisogno di un minimo di consulenza?

- E se vuoi ridurre il rischio a zero?

- E se vuoi poter stare tranquillo perchè sei sicuro che ti arriva quello che hai ordinato, nei tempi convenuti?

Per tutto questo puoi rivolgerti a noi di logo cucinalab semplice

Ti garantiamo la consulenza preventiva, la produzione visibile e l'assistenza programmata.

Se vuoi saperne di più continua a seguirci, compila il form che trovi nel blog, inserisci la tua mail e verrai aggiornato in tempo reale ogni volta che ci sono altre notizie utili per te.

Se invece sei alle prese con l' acquisto della tua nuova cucina e vuoi approfondire l'argomento e creare la tua cucina ideale su misura, chiamaci allo 0424 – 539328 o inviaci una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Alla prossima!

Seguici su:


Pellanda Giuliano srl - Via L. Einaudi, 5 – 36056 Stroppari di Tezze sul Brenta (VI) P.IVA 03065050241 - Capitale sociale 10.000€ | Privacy Policy e Cookies Policy Privacy Policy e Cookies Policy | Design del sito Arredabook