cucina artigianale header blog

Ciao !

in uno degli articoli del blog, qualche tempo fa , ho parlato del perchè sia importante che tu riesca a trovare un budget minimo per l'acquisto della tua nuova cucina. Parlavo di 20.000€

Non ti nego che mi sono arrivate alcune mail, dove qualcuno ha polemizzato dicendo sostanzialmente :

“Fai presto tu a parlare, ma chi quei soldi non ce li ha?"

Naturalmente me lo aspettavo e lo capisco.

Continua a leggere

2 cucina laccato bianco opaco vicenza 2Ogni giorno lavoro nel mondo dell'arredo su misura e nella costruzione delle cucine da zero.

Niente di standard, tutto viene prodotto dopo un' attenta analisi che viene fatta con il cliente e cercando di recepire quali possano essere le vere necessità della persona che poi utilizzerà la cucina.


Lo scopo è quello di far nascere un prodotto, una cucina, che dia al compratore quella sensazione di “Wow! Non me l'aspettavo!” e che questa sensazione venga mantenuta nel tempo.

Perché la promessa resti durevole negli anni a venire, la cucina che viene creata su misura, completamente da zero e deve rispondere fedelmente alle esigenze e alle priorità di chi la userà.


Molto spesso questa persona è una donna,
anche se, a dire il vero, ormai tanti uomini si stanno appassionando del mondo della cucina.


Quando incontro un cliente, soprattutto se nuovo, imparo sempre qualche nuova nozione che non conoscevo, sopratutto in relazione a nuovi materiali proposti da aziende produttrici di serie, anche di firma .

Le ultime novità che mi sono state riportate dai clienti sono il Fenix e il Lapitec, solo per accennarne un paio.

Continua a leggere

cucina artigianale vicenza 0Questa è stata una delle domande più comuni che si è sentita rivolgere la mia collaboratrice mentre si trovava in fiera a Bassano del Grappa, agli inizi del mese di ottobre.

Domanda quasi ovvia, visto che in fiera abbiamo portato un modello romantico, provenzale, che si può confondere con il genere comunemente chiamato classico.

Prima di rispondere nello specifico, è bene chiarire un concetto che, altrimenti, pottebe generare confusione:
non esiste il genere classico e il genere moderno.

Questi sono modi di dire che abbiamo introdotto nel nostro linguaggio per facilitare la comprensione ma, in realtà, lo stile classico il classico e quello moderno non esistono.
Sono la moda e le tendenze che fanno queste distinzioni ma, in verità, ci sono tantissimi generi unici che rendono la tua cucina ideale.
Non ha più senso parlare di queste categoriae distinte, invece ha senso creare il genere e la cucina che si adatti alle tue specifiche esigenze, costruendola direttamente da zero e facendo una analisi preventiva che vada a comprendere le tue reali necessità e che vengano inserite nel prodotto che tu scegli.

Non il contrario.
Ricorda:
- non devi adattare le tue necessità al prodotto standard che trovi nei rivenditori
- non devi rinunciare a qualcosa di specifico solo perchè non previsto dal catalogo
- non devi credere che non si possa fare, basta ragionarci un po' e la soluzione si trova.

Ma ora non voglio divagare oltre, riprenderò il discorso più avanti.

Continua a leggere

Qualche settimana fa, in occasione di uno dei miei viaggi di lavoro in provincia di Milano, mi sono incontrato con un mio compagno e amico di corso.

E' sempre un piacere, anche se per poco tempo, ritrovarmi con Marco e fare due chiacchiere.cucina artigianale vicenza 10

Stavamo parlando di ciò che desideriamo entrambi per le nostre aziende finchè, ad un certo punto, cambiamo argomento e parliamo di cucine.

Marco fa un salto nel passato e mi parla di quando lui, vent'anni fa circa, ha comperato la sua nuova cucina assieme alla sua futura moglie.

Più o meno mi dice così:

"Sai Lucio, a quel tempo abbiamo deciso di venire a comperare la cucina in un negozio e, su consiglio di un'amica di mia moglie, invece che acquistarla presso un mobiliere qui della provincia di Milano, siamo venuti più o meno dalle tue parti, in provincia di Treviso".

"Bene" dico io "e come ti sei trovato?"

"Inizialmente tutto ok, ci hanno servito bene ed eravamo anche contenti, fino a quanto mancava circa un mese dalla data di consegna....".

"Perchè? Che cosa è successo?"

"Beh, ci chiama il negozio e ci dice che la ditta costruttrice della cucina in questione, quella che ci piaceva tanto, è purtroppo fallita e che dobbiamo ritornare da loro per sceglierne un altro modello di un'altra azienda produttrice".

"E quindi tu che hai fatto?"

"La cosa non mi è piaciuta, la mia futura moglie ha cominciato ad agitarsi, dovevamo fare un bel po' di strada per tornare nel mobilificio .

Inoltre dovevo perdere del tempo ed ero pieno di lavoro da sbrigare ma, siccome non c'era alternativa, siamo ripartiti per Treviso".

"E cosa ti hanno detto?"

"Niente di particolare, che può succedere e, così, abbiamo cominciato a cercare delle alternative. In effetti avrei dovuto informarmi sulla serietà della ditta produttrice in questione. Abbiamo scelto un altro modello, non bello come il primo, ma che ci piaceva ugualmente".

"Quindi tutto bene a parte l'imprevisto?"

"No, a dire il vero ce l'hanno consegnata con un mese e mezzo di ritardo. In quel periodo, visto che ci eravamo appena sposati, abbiamo fatto la spola tra le case dei rispettivi genitori per mangiare,sai appena sposati avremmo preferito avere un po' di privacy ma ci siamo adeguati. Ma la cosa che più mi ha dato fastidio è stata un'altra...
...quando sono arrivati per la consegna, mi hanno obbligato a pagare prima dello scarico della merce, dicendomi, anche in maniera poco educata, che altrimenti sarebbero risaliti e se ne sarebbero tornati indietro.

Mi sarei aspettato un trattamento un po' più riguardoso, visto tutti i problemi creati, non so un regalo, un segno di riconoscimento e invece niente. Anzi un ulteriore fastidio".

"Ma alla fine?"

"Beh, ho pagato, l'hanno montata ed è andato tutto bene, ma rimane l'amaro in bocca per non avere avuto la cucina che ci piaceva tanto e per averla dovuta aspettare così a lungo".

Il nostro dialogo finisce qui, ma non le mie considerazioni...

Continua a leggere

Ciao,
non so se hai dei figli, ma se sei genitore sicuramente ti sarà capitato di guardare assieme a loro alcuni cartoni animati, film per bambini o dvd a loro dedicati.
A casa ne abbiamo molti e la televisione è diventata monopolio dei nostri bambini.cucina su misura vicenza 9


Tra i vari dvd che hanno, i mie piccini amano guardare il cartone animato Disney "MULAN".


A dire il vero, li ho un po' “obbligati” a farsi piacere questo film perchè, a mio parere, trasmette un messaggio molto importante: la salvezza per le future generazioni.

Non è la solita storia della principessa  che alla fine viene salvata dal principe azzurro e che aspetta, in maniera passiva, che qualcuno si accorga di lei, è il racconto di una giovane donna che, trasgredendo alle regole imposte dalla legge cinese, porta alla salvezza la Cina stessa.

Se non dovessi averlo visto, te lo racconto brevemente.

Continua a leggere

cucina su misura.vicenza 0

Ciao,
se hai letto qualche mio articolo avrai capito che, a volte, tendo ad estremizzare.

Naturalmente nella tua cucina sei libero di inserire gli elettrodomestici che meglio credi, anche se questo può danneggiarti.
Mi spiego meglio.

Nel pacchetto arredo cucina ci sono 4 macro categorie che vanno prese in esame e che insieme compongono il risultato finale:


- i mobili, ovvero in contenitori con ante, cassetti, colonne e pensili
- gli elettrodomestici,
- il pianale della cucina, chiamato anche piano di lavoro o top
- gli accessori aggiunti, tipo tavolo, sedie e particolari meccanismi interni.


Ognuno di queste categorie ha una voce di spesa specifica che può far oscillare, anche notevolmente, il costo finale della tua nuova cucina.

Prendiamo in esame gli elettrodomestici.
E' importante esaminare questa categoria perchè, più delle altre, genera una confusione nella testa del cliente.
Premetto che ci sono alcuni aspetti dove è essenziale rispettare il tuo punto di vista.

Per capire meglio questo argomenti ti faccio un esempio.


Attualmente si usa installare, come piani di cottura, i fornelli ad induzione.
E' sicuramente una scelta ottima ma va studiata in base alle esigenze di ogni singola persona.
Se tu preferisci avere i tradizionali fornelli a gas, non c'è nessun motivo perchè tu debba per forza scegliere qualcosa di molto attuale che, però, non va bene per te.


In ogni caso, prima di prendere questo tipo di decisione, è bene analizzare, insieme ad un consulente esperto, cosa è più adatto alle tue specifiche abitudini di vita.

Invece, quello che sarebbe meglio che tu non decidessi da solo, sono il modello e la marca degli eletreodomentici da inderire nella tua nuova cucina.

Non fraintendermi, questo è un consiglio spassionato per farti evitare di commettere errori.

Continua a leggere

immagine per il tre articolo del blog

Tutte le aziende di produzione di arredi, ma in generale tutte le aziende che vendono qualunque prodotto o servizio , hanno una missione aziendale , che è quella, “strucca strucca” di aumentare il fatturato.

Naturale : da imprenditore, più fatturi e più guadagni …. forse....
Tanto che , per generare maggiore fatturato e vendere di più , la maggioranza delle aziende cerca di standardizzare più possibile il prodotto o servizio e di farlo in maniera più economica.

Continua a leggere

donna che pensa come fa ascegliere la cucina senza vedere

Ieri sera, ero al telefono con una mi collega che lavora in un settore completamente diverso dal mio, nei servizi alla persona.Stavamo parlando di un progetto da realizzare assieme più avanti. Poi essendo tardi ed entrambi stanchi, abbiamo un po' divagato.Ad un certo punto si ferma e mi dice:

“Lucio, posso farti una domanda ? Spero non sia una domanda stupida , ma me l'hanno chiesto l'altro giorno mentre stavo parlando proprio di te e non sapevo cosa rispondere”
“Prova a dirmi “ le rispondo io.
“Mi hanno chiesto come fanno , i tuoi potenziali clienti, a scegliere la loro nuova cucina da te, senza vedere una mostra e senza vedere un catalogo. Pare sia impossibile !”

Continua a leggere

immagine qualit per articolo blog numero 3

Molto spesso, tra gli operatori del settore legno , ( falegnami , mobilieri , produttori del settore arredo, venditori , designer ed architetti ) circola il quesito sulla qualità dei mobili ( nel nostro caso delle cucine ).
Sempre più spesso la risposta che sento prende la forma della polemica del tipo:
“ Bah, il cliente la qualità non la capisce, non la vuole capire o non ha i soldi per comperarla!”
I più eleganti dicono:
“ Ci dobbiamo impegnare per spiegare la qualità, far vedere che i nostri prodotti sono buoni, che diamo un servizio ottimo, che lavoriamo tanto, ecc”
O cose del genere....
E a te , interessa ancora la qualità?

Continua a leggere

donna che dorme per articolo blog sulla garanzia

Stai mettendo mano alla casa, cominci a ristrutturarla, e tra qualche mese ci entrerai a vivere.
Ci sono tanti lavori da fare. Tanti impegni, tante cose da tenere a mente.
Intanto sogni come potrebbe essere la tua nuova cucina .
Open space o stanza separata?
Moderna, tecnologica o un po' più tradizionale, romantica in stile provenzale ?
Guardi un po' in internet, sfogli qualche rivista e qualche catalogo, chiedi consiglio a qualche amica e cominci a visitare qualche show room.
Guardi le vetrine , ascolti i pareri degli arredatori e degli addetti alle vendite e cominci ad avere un'idea più chiara di quello che ti piace.
Lo stile, i colori, la disposizione, le maniglie, le attrezzature interne, il piano di lavoro e via via sempre più nel dettaglio....
Alla ricerca della cucina dei tuoi sogni !

Continua a leggere

immagine per il tre articolo del blog 1

Qualche giorno fa, mi sono trovato a fare alcuni lavori di manutenzione a casa di un nuovo cliente, conosciuto per tramite di un impresa edile.

La Signora, con la quale mi ero accordato qualche mese prima quando ci eravamo conosciuti, è rimasta a casa con me mentre stavo eseguendo le opere che mi aveva commissionato.

A mano a mano che le completavo, me ne aggiungeva di nuove.

E io facevo quello che mi diceva. Tutti piccoli lavoretti, piccole cose di finitura lasciate li da chi, prima di me, era andato a lavorare.

La signora era contenta, un misto di soddisfazione per quello che le stavo facendo e di timore di chiedermi qualcosa altro.

Mi aggiunge ancora altri piccoli lavoretti: mi rendo conto che sono proprio quelle piccole cose che all'interno di una casa vengono lasciate indietro, senza un preciso motivo,

- le farò domani.
- la prossima volta che viene glielo faccio fare.
- ora non è urgente


E quindi rimangono li, ogni tanto ci si ricorda, ma poi ritornano nel dimenticatoio.

Continua a leggere

montaggio 2

Ieri pomeriggio ricevo una telefonata da un cliente a cui ho montato la cucina nuova da poco tempo.

Aveva delle stanze in più nella sua casa di grandi dimensioni e ha pensato bene di usarle per trasformarle in un piccolo miniappartamento da affittare.

Al tempo mi aveva chiesto una cucina non troppo preziosa e che avesse tutto quello che può servire, prestando attenzione a due fattori, per lui importanti:

- che fosse carina, in modo da essere piacevole per chi entrerà in affitto.
- che sia costruita con materiali solidi, in modo da non doverla cambiare ad ogni cambio inquilino.

Continua a leggere

  • 1
  • 2

Seguici su:


Pellanda Giuliano srl - Via L. Einaudi, 5 – 36056 Stroppari di Tezze sul Brenta (VI) P.IVA 03065050241 - Capitale sociale 10.000€ | Privacy Policy e Cookies Policy Privacy Policy e Cookies Policy | Design del sito Arredabook